mercoledì 29 ottobre 2014

LE BANCHE TEMONO LA MADONNA DEI DEBITORI ?

LE BANCHE TEMONO LA MADONNA DEI DEBITORI
Noti economisti ispirati alla icona ritrovata a Bassano Romano attaccano le manovre fraudolente delle banche


Come è noto, il quadro della Madonna del Sangue, poi intitolata "Madonna dei Debitori", ha suscitato interesse sopratutto in coloro che sono stati vittime di usura ma anche nei cittadini che non hanno potutto restituire il mutuo alle banche e per questo si sono trovati in seria difficoltà economica e taluni sono stati espropriati della casa in cui vivevano. Il fenomeno del debito è talmente vasto da coinvolgere larga parte della poplazione italiana e mondiale. Ricordiamo che il debito inestinguibile è lo strumento che i finanzieri adoperano per controllare i popoli e per finanziare le varie guerre nel mondo. Papa Francesco, a rischio della propria vita, ha denunciato il malaffare bancario ma ha avuto un totale silenzio dai mass media, finanziati in larga parte da chi ha tutto l'interesse a che le poplazioni non prendano coscienza del sistema schiavista che viene imposto dalla finanza occulta.
In più occasioni sono state rivolte minacce a persone interessate al culto mariano della madonna dei debitori da parte di mandanti bancari affinchè non se ne diffonda il messaggio. Probabilmente temono che le politiche bancarie fraudolente possano rivelare tutto il marciume che si nasconde dietro operazioni bancarie nascoste, mascherate legittimamente da cavilli burocratici sempre a danno dei cittadini , imprenditori e risparmiatori.

L'azionista di Mediobanca Carlo Sibilia presenterà' il 28 ottobre 1015 una relazione all'assemblea annuale di Mediobanca che smaschera le falsificazioni bancarie. Così  pure il noto economista Nino Galloni, presidente del " Centro Studi Monetari", sostiene che la differenza tra il costo di emissione Mediobanca ed il valore nominale del denaro virtuale creato si chiama " Signoraggio" ed è pari al 97,42% e che rappresenta le entrate occulte delle banche, i cui interessi si sommano anno dopo anno in una spirale senza fine, creando l'indebitamento dell'Italia.

L'economista Marco Saba ha dichiarato: La Madonna dei debitori mi ha ispirato. Tutti i debiti contratti con le banche sono annullabili.

Infatti le banche evitano di iscrivere in contabilità, a patrimonio netto, la quota annuale di denaro virtuale che creano dal nulla, è evidente che lo considerano esse stesse denaro falso. Pertanto i debiti contratti con denaro falso non sono guiridicamente validi. Questo vale solo per i debiti bancari, la maggior parte. Se ne desume, come dal testo " Il Futuro della Banca" di Nino Galloni, che la contabilità bancaria è completamente falsa.

La sfida è appena iniziata ma è opportuno che non solo economisti ispirati alla Madonna dei Debitori se ne rendano conto ma anche liberi cittadini che abbiano discernimento per distinguere le manovre manipolative che gettano fumo negli occhi dalla verità dei fatti.

Massimo Marinelli

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page