martedì 13 maggio 2014

Una chiesa dalla parte di chi ha contratto debiti

Tra arte e provocazione: una chiesa per la Madonna dei debitori

Milano, 13 mag. (TMNews) - Una chiesa dalla parte di chi ha contratto debiti e fatica a ripagarli. Nasce a Fush-Kruja, in Albania, la prima chiesa dedicata alla Madonna dei debitori. Padre Ernesto Santucci, gesuita conosciuto soprattutto a Napoli e a Tirana per le sue opere di carità, sta aggregando un movimento religioso che ruoterebbe intorno alla misteriosa Madonna ritrovata a Bassano Romano in provincia di Viterbo. Il gesuita vorrebbe, spiegano dall'entourage dell'artista Hypnos, che ha scoperto il dipinto, chiedere il ripristino del giubileo dei debitori cittadini e Stati,così come giustizia vuole. Padre Santucci ha spiegato che a suo avviso "quello della Madonna dei debitori è un autentico messaggio cristiano, a cui gli appartenenti ad altre confessioni ma anche i non credenti non possono non aderire. Infatti questa piccola chiesa è stata costruita insieme da cattolici e musulmani".
Non manca, in quella che appare una interessante impresa ecumenica, particolarmente coraggiosa di questi tempi, anche un elemento di forte polemica nei confronti del sistema bancario, già esplicito nello stesso simbolo della Madonna dei debitori. Il che potrebbe rendere l'intera operazione potenzialmente strumentalizzabile. L'appiglio teologico, in ogni caso, non manca e risale alla Lettera ai Romani di san Paolo che scrive, a proposito del prendere o dare denaro in prestito, di non avere alcun debito se non quello dell'amore.

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page